mercoledì 28 maggio 2008

Fiamme bastarde


inizio con il dare massima solidarietà da parte di spadafora live a chi ieri ha avuto una vita di sacrifici distrutta dalle fiamme

perche? Ieri abbiamo assistito all’inferno, dalle finestre di casa mia, vedevo le fiamme altissime levarsi e minacciare il mio paese, non potevo fare nulla se non pregare che questo maledetto vento di scirocco calasse, permettendo a pompieri, carabinieri, protezione civile, volontari, di avere la meglio su quelle lingue di fuoco , appiccata da una mano BASTARDA ed assassina ,che minacciavano Spadafora, i danni, anorche’ gravi non contemplano il morto (per fortuna). Oggi in TV hanno analizzato in maniera particolareggiata la situazione, l’emergenza e’ stata fronteggiata grazie a tutti coloro che hanno dato una mano , nel loro piccolo determinante, ai vigili del fuoco e agli angeli degli aerei gialli. La disorganizzazione e’stata però evidente, il nostro Sindaco mi si dice si e’ prodigato allo spasmo, e questo fa onore a lui e a quanti hanno partecipato ai soccorsi, ma perche questa emergenza e’ avvenuta? Le sterpaglie ai bordi della strada perche ci sono, gli operai della forestale cosa fanno?, perche le campagne al centro del paese restano incolte e nessuno si adopera per farle pulire? Perche sul territorio non e’ attivo un nucleo di protezione civile? Perche non vi e’ alcun piano d’intervento nel caso di calamità naturali? Perche non esiste un catasto degli incendi? Molti perche senza risposta, molti perche che lasciano l’amaro in bocca, come quel fumo che ieri pervadeva la mia casa e mi faceva vivere un pomeriggio apocalittico.

1 commento:

Giuseppe ha detto...

caro "spadafora live",
io ogni estate io m mi reco nella localita "Spartà", non molto dostante da Spadafora ed ogni estate viene turbata dalle fiamme date alle colline circostanti, preoccupandomi molto per la mia stessa abitazione(l'anno scorso c'è veramente mancato poco che non finisse in cenere). purtroppo fino a quando non ci sarà veramente la certezza della pena e fino a quando bastardi del genere saranno in circolazione le cose rimarranno così (della serie "cannu c'era u fascismu si putia dommiri ca' potta apetta...).
Giuseppe