lunedì 28 luglio 2008

la lunga cavalcata.......


apertura del giornale domenicale e che ti vedo, la faccia del vicesindaco del nostro piccolo paese, che mai sarà successo?Dissenzi insanabili con il Sindaco portano alla rottura, divorzio politico tra le due maggiori cariche politiche-amministrative di Spaafora.Non potevo non dedicare un articolo, a quella che ha ragione e’ destinata a movimentare il “calcio mercato” in vista delle prossime competizioni elettorali.Ha ragione il giornalista che nota che probabilmente e’ iniziata la lunga cavalcata che porterà noi cittadini, ad esprimerci per chi ci guiderà nel quinquennio 2009-2014.Il vicesindaco attuale, che giova ricordare e’ subentrato in corso d’opera a Briuglia (nell’ottica di un accordo pre-elettorale), aveva gia “minacciato” delle dimissioni (finte) all’epoca della sciagurata decisione della chiusura della strada per rifacimento. All’epoca dopo qualche giorno di bagarre politica l’allarme era rientrato, e a quasi tutti sembrava essere finita nel solito modo, cioè nulla era cambiato sotto il sole.Ragionamento logico, a questo punto, vuole che sia avvenuto qualcosa da dicembre 2008 ad oggi, che ha portato a queste insanabili dissenzi, che io mi ricordi l’unica cosa che in questi pochi mesi e’ successo sono state le due consultazioni elettorali, ed e’ a questo che io faccio risalire la litigata dietro le parole espresse (al solito) in politichese dal vice sindaco.Il mancato appoggio a quello che secondo me e’ diventato il probabile, futuro sindaco di Spadafora, voleva una risposta, con la defenestrazione degli assessori che hanno preferito in quel frangente, eclissarsi.Si dovrebbe essere in giunta per capire come questa defenestrazione ha preso corpo, certo si e’ trattata di una dimissione e non di un ritiro delle deleghe,(a differenza degli altri due assessori citati nell’articolo), ho l’impressione che negli assetti di giunta siano riusciti a trovare la quadratura del cerchio, che abbia permesso al Vicesindaco dimissionario, l’uscita con l’onore delle armi. Sicuramente andando ad analizzare, ciò che l’Ex assessore alle attività produttive,sviluppo economico,Pubblica istruzione e piano spiagge, ha fatto per il nostro paese, questa defenestrazione sarebbe dovuta avvenire prima.Nella mia memoria non vi e’ una situazione degna di plauso, l’economia spadaforese in questi 4 anni e’ peggiorata notevolmente, il commercio langue, la spiaggia e’ sotto gli occhi di tutti, gli arredi scolastici sembrano quelli del “quinto mondo”, lo sviluppo economico e’ latitante.L’importante “pezzo” della maggioranza Giaimis, lascia l’incarico senza infamia ne lode, e certo questa e’ una costante nella sua vita politica paesana. D’altronde non e’ il solo, e purtroppo il suo esempio sarà seguito da altri, altri che gia “inciuciano” per chi questo povero paese, deve governare, alla faccia di noi cittadini, che forse tra un anno dimenticheremo persino chi era il vicesindaco di questi ultimi anni di delirio.(io spero che ci ricordiamo le faccie di tutti gli amministratori e mettiamo la croce sulla scheda dopo aver pensato a cio che hanno fatto per noi)

Spadafora live

p.s. se poi il vice sindaco (ex) vorrà rispondere spadafora live e’ sempre pronto a pubblicare

giovedì 24 luglio 2008

ancora sulla "festa"


pubblico una lettera giuntami via mail, questo per far capire che non tutti i cittadini spadaforesi sono a favore della cosiddetta “festa” (per che cosa festa non si capisce)

certo secondo me andrebbe forse rimodulata e anche pesantemente, vedremo la nuova amministrazione (visto che questa ormai latita)….

Buona lettura

“”””Buona sera, come si va?

E vero niu niu e a festa finiu.......E MENU MALI !!!

Se dovessi esprimere un giudizio su questa festa non sarebbe certo tra i più esaltanti, per non dire altro!

L'unica cosa positiva è che i Bar e le Rosticcerie locali fanno qualche affare in più e che tanti ragazzi si divertono con i giochi, quando non si prendono a pugni!

Ma per il resto sembra il mercato del venerdì con degli optional in più, come lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti davanti alle forze dell'ordine che non se ne accorgono nemmeno, troppi mercanti che purtroppo non vengono solo per vendere i loro prodotti, furti in casa e fuori quando giustamente la gente si accalca anche con le carrozzine rischiando di soffocare quei poveri bambini in pochi metri quadrati, vere e proprie spedizioni punitive davanti a tutti per far capire chi comanda e tante altre belle cose che non sto qui ad elencare visto che sono sotto gli occhi di tutti...

Non capisco solo una cosa, come fanno a farsi dare le autorizzazioni dagli organi competenti.

Volevo proprio vedere se c'era un'urgenza come si doveva fare visto che ogni via di passaggio era bloccata sia dalle file di automobili sulla Nazionale, sia dalle bancarelle in marina. Io sono rimasto tutte le 4 sere della festa bloccato in casa perchè c'erano auto posteggiate di gente maleducata che sbarravano completamente la strada comunale dove abito. Meno male che a mia moglie non le sono venute le doglie, visto che è incinta di 8 mesi, altrimenti mi partoriva in casa!

La cosa più divertente per me di tutta questa festa è stata la risposta della Polizia Municipale alle mie sollecitazioni di rimozione di detti veicoli: "...non c'è u Carruattrezzi picchì non n'avemu e s'ava affittari pì 4 siri..." (forse costava troppo!) e se mia moglie avesse avuto problemi, di chiamare un'Ambulanza che avrebbe provveduto ad accompagnarla in ospedale.

Scusate la mia ignoranza per le domande, ma anche quando sarebbe arrivata l'Ambulanza, non si capisce bene dopo quanto tempo, come faceva a passare per arrivare fino a casa mia visto che la strada era bloccata dalle auto parcheggiate??? E Come faceva ad uscire da Spadafora in tempi brevi visto che la Nazionale era impraticabile??? Le stesse domande l'ho rivolte ai Carabinieri della Compagnia di Milazzo, sapete cos'è il peggio, che mi hanno detto che avevo ragione ma che non potevano fare niente! L'unica cosa che potevano fare era quella di provvedere nel caso in cui ci sarebbe stato bisogno, a chiamare quella famosa Ambulanza....

Sapete a volte mi chiedo chi me l'ha fatta fare a ritornare in un paese senza alcuna organizzazione, nemmeno quella mentale!

Forse sono stato leggermente polemico, ma credo che basterebbe un pò di buona volontà in più e magari farla la dove non recherebbe disagi gravi come questi, così le cose andrebbero meglio e sarebbe una vera festa per tutti come fanno altrove.

Arrivederci..........

Lettera firmata “””””””

A voi i commenti, anche se c’e’ molto poco da commentare, si aspettano ancora commenti dagli amministratori
spadafora live

lunedì 21 luglio 2008

"niu niu a festa finiu"


e per fortuna anche quest’anno la festa e’ finita.

Come ogni anno:

bancarelle a iosa, extracomunitari a buttare, roba falsa (o rubata) ovunque, sporcizia, problemi di traffico, igiene scarsissima, etc etc.

una domanda sorge spontanea, a chi serve la festa di Spadafora, non intendo per festa la manifestazione religiosa, ma le miriade di bancarelle che montano sul lungomare?

Lasciando da parte considerazioni economiche, a cui saprebbero rispondere gli amministratori (che purtroppo non lo fanno), parlando con gli Spadaforesi doc, tutti INDISTINTAMENTE sono schierati contro la bagarre annuale di metà luglio.

Considerazioni personali mi portano sullo stessa linea di pensiero della maggioranza dei cittadini del nostro paese.

Personalmente fuggo dalla confusione, non sopporto l’illegalità (ah proposito dove erano le forze dell’ordine, COMPRESI i vigili urbani, quando il lungomare era preso d’assalto da gente senza il permesso di soggiorno?), non sopporto la maleducazione della gente (e nella festa ce ne sono molti di maleducati), non sopporto il traffico etc etc.

E allora perche non cancelliamo questi 4 giorni di follia, mettiamo le risorse, per dire i soldi, (che bel termine) nella tradizione religiosa, e lasciamo perdere le bancarelle di vestiti falsi.

Chi ci governa ci dovrebbe delle risposta, soprattutto in merito all’aumento vertiginoso di “bancarellari”, ma si sa chi ci governa ha altri problemi per la testa, figurarsi i nostri amministratori latitano anche dietro la processione (ne ho contati 5 – il Sindaco, 2 Assessori e 2 consiglieri), immaginiamo che non possono perdere tempo a darci risposte.!!!!!!!!!!

Continuate cosi che tanto prima o dopo dovete ripresentarvi ad ottener fiducia.

Spadafora live

mercoledì 16 luglio 2008

Nicola duca "ringrazia"........

Pubblico il resoconto a firma del Sig. Duca Nicola, dell’incontro tenutosi, presso l’aula consiliare del comune di Spadafora, in data 14 Luglio.

Dalle parole dignitose ma ferme, di chi in una catastrofe naturale, ha perso TUTTO, traspare la condanna per il pressappochismo, il menefreghismo, la noncuranza di chi ci dovrebbe governare, ma come al solito latita.

Grazie politici, grazie per questo nuovo episodio da iscrivere nella memoria e da tirar fuori quando ci chiederete la nostra fiducia.

Spadafora 15/07/2008

“””””Ieri è andata come un po ci aspettavamo, tanti inviti ufficiali ai nostri parlamentari regionali e provincilali, un solo presente l'On Panariello al quale faccio un sentito ringraziamento per il tempo e le parole spese per la nostra causa.

Ringrazio anche la Confartigianato che è stata presente con il suo Presidente Dott. Giuseppe Interdonato nonchè con il Vice Presidente ed il Segretario.

Ringrazio il Sindaco di Spadafora Giovanni Giaimis che ha permesso il convegno e che si batte insieme a noi ed alla Confartigianato per la tutela dei nostri diritti su questa vicenda.

Ringrazio l'Associazione dei Commercianti di Spadafora che ci ha dato tutto il suo appoggio e che continuerà a darcelo come ha affermato il suo rappresentante Dott. Lo Presti e tutti quelli che sono stati presenti e sono intervenuti come il Sindaco di Monforte Dott. Romanzo, L'ex Sindaco di Valdina Dott. Di Stefano, il Sindaco di Roccavaldina Dott. Antonuccio e l'ex sindaco di Spadafora Dott. Pappalardo.

Da parte di tutti c' era solo una voce: il riconoscimento dello stato di calamità naturale e misure idonee per far si che fatti gravi come questi non si ripetano più in futuro.

Purtroppo le orecchie e gli occhi di chi doveva sentire e vedere con quale sconforto chiedevamo un nostro diritto, non c'erano.

In questi casi cosa volete che vi dica, siamo alle solite! Non hanno avuto NE IL CORAGGIO, NE L'EDUCAZIONE E NEANCHE IL SENSO DEL DOVERE DI PRESENTARSI !

Questi sono i "Signori" che abbiamo votato e che dovrebbero tutelarci. Ma forse avevano di meglio da fare, come litigare per quale poltrona scaldare alla Provincia, che fare gli interessi della gente colpita da simili disgrazie!

Sono profondamente deluso da coloro che erano tanto amici un mese fa circa quando ci chiedevano i voti con parole rassicuranti riguardo proprio la nostra vicenda, e come per magia dopo che sono stati eletti sono scomparsi nel nulla come dei bravi illusionisti!

SI DOVREBBERO VERGOGNARE !!!

Il mio pensiero va soprattutto alla famiglia del povero Sig. RUSSO che con questo silenzio e totale assenza, LO STANNO UCCIDENDO DUE VOLTE !

Noi sicuramente non ci arrenderemo, anzi andremo avanti e stavolta senza riguardo a chi ci cosidera solo per i propri interessi personali quando si deve votare !

Continueremo con azioni anche eclatanti se è il caso. non si può pensare che chi ha lavorato onestamente una vita pagando le tasse e non ricevendo mai un contributo, possa perdere tutto in mezz'ora e non essere tutelato da chi è pagato molto profumatamente proprio con i soldi delle nostre tasse!

Neanche nei paesi sottosviluppati e corrotti si assiste ad UN' INDECENZA SIMILE !!!

Un sentito grazie a voi per l'interesse che nutrite per questa vicenda.

Nicola Duca”””””

Continuo a manifestare la solidarietà personale a Duca e a quanti abbiano avuto danni nell’incendio, e sono sempre a disposizione per pubblicizzare eventuali altre manifestazioni.

Spadafora live

lunedì 14 luglio 2008

Nicola Duca .....scrive

pubblico con estremo piacere (anche se dispiaciuto per la situazione) una lettera integrale del Sig. Duca Nicola, inerente la catastrofe che ha colpito Spadafora ( e paesi limitrofi) il 27 maggio U.S.

per eventuali prese di contatto con il sig. Duca rivolgersi in mail (non pubblico i numeri di cellulare allegati).

Invito altresì chiunque interessato ad un incontro pubblico che si terra, presso l’aula consiliare di Spadafora, e che tratterà l’approvazione di una legge quadro in caso di calamità naturali.

Esprimo le più sincere condoglianze, alla famiglia del Sig. Russo, deceduto a causa delle ferite riportate in occasione dello stesso incendio.

“”””Salve mi chiamo Nicola Duca ho 33 anni ed abito a Spadafora.

Il 27 maggio 08, come ben sapete, a Spadafora è successa una catastrofe di proporzioni gigantesche. La nostra fabbrica di cucine artigianali è stata completamente rasa al suolo dall' incendio che inghiottiva i nostri territori dal giorno prima a causa di un vento di Scirocco che soffiava a più di 100 km/h.

Purtroppo dopo i 6 morti dell'anno scorso all'Agriturismo "Il Rifugio del Falco" a Patti, ad oggi abbiamo ancora sofferto l'assenza di mezzi ed uomini per contrastare simili catastrofi. Una volta in Italia si diceva che se non prima scappava il morto non si faceva niente, adesso non lo si può dire più, poiché anche dopo non si è fatto niente lo stesso altrimenti tutto questo non sarebbe successo!

Ad oggi ci ritroviamo con UN MORTO ed intere famiglie sul lastrico, imprese oneste cancellate dopo una vita di sacrifici lottando con tutte le avversità che la nostra amata terra di Sicilia ci riserva... gente senza più lavoro né speranza! Ma quello che ci fa più male in tutto questo è L'ASSORDANTE SILENZIO DELLE ISTITUZIONI !

Con la Confartigianato stiamo organizzando un appuntamento al Comune di Spadafora per il 14 Luglio invitando i nostri politici provinciali e regionali a partecipare e soprattutto a riferire in merito a questa catastrofe.

Speriamo che abbiano almeno il buon senso di presentarsi.

In questi giorni ho realizzato un video che ho messo su youtube e con piacere ho visto che l'avete fatto divulgare anche voi. Vi prego, a nome di tutti noi che siamo sempre considerati l'ultima ruota del carro, continuate a fare qualcosa! Aiutateci a fare in modo che le nostre istituzioni ci mettano in condizioni di ricominciare!

Se potete, pubblicate la mia ennesima denuncia riguardante la morte del Sig. RUSSO che vi ho qui allegato.

Aiutateci a far sì che il Sig. Michele RUSSO non sia morto invano!

Come ho scritto alla fine del mio video, NON C'E PIU TEMPO!

Grazie di cuore!

Nicola Duca tel. 338/********* / 090/******** ”””””””

Che dire Nicola, ti/vi sono vicino per tutte le dimostrazioni che vorrete mettere in atto.

Spadafora Live

venerdì 11 luglio 2008

trovare spadafora sul web

altra storiella, NON BELLA, per il nostro comune e soprattutto per chi lo amministra, indipendentemente dai ruoli.

Navigando virtualmente nella grande rete ho scoperto un articolo interessante, si parlava di obblighi della pubblica amministrazione, e in particolare dell’obbligo di pubblicare in virtù di una legge dello stato (il decreto legislativo 165/2001) le consulenze “appaltate” e pagate a professionisti esterni all’ente stesso.

Questo nei pensieri del legislatore, sarebbe dovuto servire per mettere un freno all’immenso sperpero di soldi dei contribuenti, che attraverso rivoli e rivoletti finiscono nelle tasche di “consulenti”, spesse volte tali consulenti sono politicizzati e tal modo di fare e’ soprattutto una sorta di “premio” per l’impegno politico che non ha trovato successo di consensi.

Orbene, a parte il fatto che la Regione Sicilia, risulta inadempiente a tale comunicazione a livello regionale, a parte il fatto che la provincia di Messina risulta inadempiente, a parte il fatto che il comune di Messina risulta inadempiente, la sorpresa personale piu grande e’ stata l’inadempienza a tale obbligo anche del nostro Comune.

Spadafora infatti (insieme ai comuni limitrofi, compresi Rometta e Venetico) allo stato attuale non risulta tra i comuni che tale comunicazione, che giova ricordare era DOVUTA in forza di una legge dello Stato, hanno effettuato, certo e’ in buona compagnia, nel litorale tirrenico risultano solamente quattro comuni “virtuosi” (Milazzo, Torregrotta, Monforte S.Giorgio e Sant'Agata Militello), questo certo non giustifica i nostri Amministratori, anzi ai miei occhi aggrava la loro posizione.

Non e’ infatti un buon modo di governare quello di non applicare la legge, quando allo stesso tempo si chiede ai cittadini di osservare norme astruse. non credo neppure che non ci sia stato ne il tempo (non vedo gli amministratori occupatissimi) ne le risorse tecnologiche (almeno che non fossimo in presenza di decine di consulenze) e allora rimane solamente il menefreghismo, a cui tra l’altro siamo abituati, di amministratori che amministrano senza neppure sapere che cosa amministrano.(scusate il giro di parole).

P.s qui il link, se cercate nei comuni inadempienti il nostro si trova a pag. 78 (se non ricordo male)

http://www.innovazionepa.gov.it/ministro/incarichi/inadempienti.htm

P.s. A onor di verità la comunicazione non era dovuta se nel comune non vi sono state consulenze, se cosi fosse gli amministratori a cui la presente e’ diretta possono farlo presente , le mie scuse giungeranno immediatamente tramite altro post.

lunedì 7 luglio 2008

27 maggio 2008, una data che i cittadini del nostro paese dimenticheranno tardi, un’incendio di proporzioni immani ha colpito Spadafora e i paesi limitrofi, portando paura e distruzione. Interi appezzamenti di terreno (coltivati e non ) bruciati, mezzi distrutti, attività commerciali cancellate in un paio di ore. Abbiamo già scritto sulla disorganizzazione della macchina dei soccorsi, abbiamo gia scritto sulla mancanza di uomini e mezzi, abbiamo gia scritto sugli aspetti immediati della tragedia.

Abbiamo scritto anche sulle promesse delle istituzioni, comune, provincia, regione, stato, tutti a promettere interessamento immediato, tutti a dire che non avrebbero lasciato soli chi in quella tragedia ha perso tutto.

Come e’ finita???????

Nulla si e’ mosso, nulla si muove, le persone sono state lasciate sole, le aziende sono state lasciate sole.

Sembra non interessare piu a nessuno, non ci sono piu servizi da scrivere o interviste al TG1 da fare, non c’e’ piu visibilità mediatica.

NON E’ GIUSTO…….ma cosi, PURTROPPO, e’.

spadafora live
video

martedì 1 luglio 2008

promesse ....promesse

le promesse…..queste sconosciute.

Dopo le elezioni regionali- provinciali, sento in giro frasi del tipo:

“””adesso vediamo se mantiene tutte le promesse fatte” “promette promette ma non manterrà mai” “i voti sono frutto di promesse ma alla prossima tornata scompariranno”.

Mi fermo qui ma il senso e’ chiaro, molti candidati a detta di alcuni elettori hanno promesso la luna e adesso si trovano nella scomoda situazione di non poter mantenere quanto detto precedentemente.

Un pensiero mi sorge spontaneo:

ma noi corpo elettorali siamo una massa di deficenti? Le possibili alternative sono due, o ci fidiamo di chi promette anche sapendo che ci sta prendendo in giro o in alternativa VOGLIAMO sentire quelle promesse.

Il confine e’ molto sottile ma da la giusta definizione di come ancora si vota qui in Italia.

Personalmente, se un candidato mi promette la luna e io so benissimo che dopo le elezioni la luna non si muoverà dal cielo, quel candidato non avrà mai la mia preferenza, a meno che io non sono predisposto a sentirlo promettermi la luna.

La politica non e’ fatta di promesse, i voti NON si danno perche hanno promesso, la croce sulla scheda non la si mette perché il politico di turno promette che il mare diventerà dolce, alla base ci dovrebbe essere, dico dovrebbe, un ragionamento di fiducia verso chi quel voto domanda.

La situazione si spalma alla perfezione a Spadafora, non credo che Briuglia abbia promesso oltre 5.000 posti di lavoro (poi e’ da vedere perche la gente vuole queste promesse), non credo che Pappalardo o Lizio abbiano promesso 1000 misurazioni di pressioni gratis. Mi piace pensare che i nostri concittadini siano piu responsabili e che li abbiano votato perche nutrano quella fiducia che sta alla base del buon governo, se cosi non fosse siamo in un secchio di letame ancor piu grosso di quello che sembra.

spadafora live