venerdì 11 luglio 2008

trovare spadafora sul web

altra storiella, NON BELLA, per il nostro comune e soprattutto per chi lo amministra, indipendentemente dai ruoli.

Navigando virtualmente nella grande rete ho scoperto un articolo interessante, si parlava di obblighi della pubblica amministrazione, e in particolare dell’obbligo di pubblicare in virtù di una legge dello stato (il decreto legislativo 165/2001) le consulenze “appaltate” e pagate a professionisti esterni all’ente stesso.

Questo nei pensieri del legislatore, sarebbe dovuto servire per mettere un freno all’immenso sperpero di soldi dei contribuenti, che attraverso rivoli e rivoletti finiscono nelle tasche di “consulenti”, spesse volte tali consulenti sono politicizzati e tal modo di fare e’ soprattutto una sorta di “premio” per l’impegno politico che non ha trovato successo di consensi.

Orbene, a parte il fatto che la Regione Sicilia, risulta inadempiente a tale comunicazione a livello regionale, a parte il fatto che la provincia di Messina risulta inadempiente, a parte il fatto che il comune di Messina risulta inadempiente, la sorpresa personale piu grande e’ stata l’inadempienza a tale obbligo anche del nostro Comune.

Spadafora infatti (insieme ai comuni limitrofi, compresi Rometta e Venetico) allo stato attuale non risulta tra i comuni che tale comunicazione, che giova ricordare era DOVUTA in forza di una legge dello Stato, hanno effettuato, certo e’ in buona compagnia, nel litorale tirrenico risultano solamente quattro comuni “virtuosi” (Milazzo, Torregrotta, Monforte S.Giorgio e Sant'Agata Militello), questo certo non giustifica i nostri Amministratori, anzi ai miei occhi aggrava la loro posizione.

Non e’ infatti un buon modo di governare quello di non applicare la legge, quando allo stesso tempo si chiede ai cittadini di osservare norme astruse. non credo neppure che non ci sia stato ne il tempo (non vedo gli amministratori occupatissimi) ne le risorse tecnologiche (almeno che non fossimo in presenza di decine di consulenze) e allora rimane solamente il menefreghismo, a cui tra l’altro siamo abituati, di amministratori che amministrano senza neppure sapere che cosa amministrano.(scusate il giro di parole).

P.s qui il link, se cercate nei comuni inadempienti il nostro si trova a pag. 78 (se non ricordo male)

http://www.innovazionepa.gov.it/ministro/incarichi/inadempienti.htm

P.s. A onor di verità la comunicazione non era dovuta se nel comune non vi sono state consulenze, se cosi fosse gli amministratori a cui la presente e’ diretta possono farlo presente , le mie scuse giungeranno immediatamente tramite altro post.

3 commenti:

Semplicementedonna ha detto...

Bene caro Spadafora live, io sono una donna di palermo che sta urlando dal deserto che lo Stato è uno che danneggia la gente quasi quanto i criminali, in maniera diversa. Quelli mi hanno pestata, lo Stato è oiù civile e sa fare solo le "societacivili" appannaggio per salotti vecchi e nuovi di città. Intramontabile salotto. Forse siamo più noi cellule sparute nel cosmo, a determinare cambiamenti. Io ci sono e sono determinata a combattere.

Anonimo ha detto...

Si caro amico di spadafora live, hai proprio ragione il ns comune è inadempiente. E gli incarichi ci sono stati, il più importante al Dott. Scoglio (oggi assessore al Comune di messina). Se fosse solo questa l'inadempienza.........., grazie per quello che fai, grazie te lo dico da Spadaforese "Praticante". ciao

spadafora live ha detto...

ne ero sicuro che c'erano, d'altronde gli amministratori non hanno risposto, eppure sono sicuro che hanno letto.
chissà come mai latitano, strano le elezioni sono finite si dovrebbero vedere sul territorio (affermazione ironica)