mercoledì 25 giugno 2008

la defenestrazione.....


di carne al fuoco ne abbiamo tanta, ma per oggi ci concentriamo su quello che gli italici maschi (e anche donne) amano di piu: Il Calcio.

Dopo l’uscita di scena dagli europei, gli interrogativi sono tutti su l’attuale commissario tecnico, Roberto Donadoni sarà “cacciato”, si dimetterà o resterà alla guida degli azzurri pallonara?

Per quanto mi riguarda sono quasi sicuro della prima ipotesi, sarà defenestrato da una dirigenza, troppo impegnata a gestire l’universo milionario del pallone, e che non si può permettere di avere la critica dei giornali contro.

Preso atto di ciò, credo che la decisione si sbagliata per un paio di motivi.

L’ex giocatore del Milan e’ figlio dell’emergenza calciopoli, e’ stato scelto come persona integerrima durante la bufera intercettazioni e ha gestito l’europeo mantenendo un basso profilo, consono alla sua personalità, ha idee ben definite, li ha attuate e per sfortuna (il rigore di Di Natalale) non e’ approdato in semifinale, certo ha messo in campo una squadra bruttina, ha avuto il demerito di affidarsi ad un’attaccante che non ha segnato neppure un miserabile goal, si e’ inimicato tutti e tutto, e’ per questo deve pagare.

Ma non si tratta della persona si tratta del sistema che gira attorno, non si può essere dei grandi campioni per aver vinto una finale ai rigori e allo stesso tempo essere dei brocchi per essere usciti ai rigori, le due cose sono in antitesi, e il sistema pallone dovrebbe accorgersene, allo stesso tempo non si puo lasciare andare Lippi perche invischiato, tramite il figlio in affari loschi, e dopo due ani cambiare completamente idea.

Sono queste idee ondivaghe a far male al pallone, se infatti la dirigenza non sa cosa fare come possiamo tentare di salvare quello che ERA il gioco piu bello del mondo?

8 commenti:

Anonimo ha detto...

donadoni ha avuto le idee poco chiare,inoltre ha pagato lo scotto dell'inesperienza che ci vuole in queste importanti manifestazioni sportive.non hadato l'impronta giusta ad una formazione che cambiava di partita in partita inoltre aveva la stampa e qualche giocatore contro già da tanto tempo.non ha avuto il coraggio di prendere decisioni importanti vedi toni,aquilani e perrotta assenti per tutto il torneo lasciando a casa Inzaghi,tante volte l'uomo della provvidenza; Del piero meritava piu spazio. può solo allenare qualche squadretta di A o di B.la decisione giusta è il cambio di allenatore.

Benedetto ha detto...

Di cavolate gliene possiamo imputare quante volete: Inzaghi, Materazzi messo in panchina dopo la prima partita (uno che, per inciso, ti può risolvere una partita con un colpo di testa su palla inattiva), ma io gli rimprovero il non aver riposto maggiore fiducia in Borriello... Bisogna avere il coraggio di fare delle scelte anche nel calcio che, dice giustamente l'amico, ERA il gioco più bello. Speriamo torni ad esserlo. Io, intanto, mi sono avvicinato al basket, per cui, oltre al mio classico forza spadaforese, stavolta aggiungo un FORZA IGEA BARCELLONA (finalmente in B1, anche se meritiamo abbondantemente la A). A proposito, se torna Lippi mi auguro che Totti rimanga dov'é stato fino ad oggi. La maglia azzurra (come qualunque maglia) la si ama sempre, non a sprazzi.

spadafora live ha detto...

hai ragione benedetto ERA, l'epilogo ha confermato in toto la slealtà della dirigenza italiana, calcisticamente si puo anche sparare su donadoni umanamente, da quello che ci e' dato a vedere NO. e' stato trattato come una pezza da piedi.
hai ragione su totti, ma tanto quanto vale la nostra ragione!!!!!!!
e poi vorrei sollevare un problema sugli altri sport:
a spadafora sono fattibili?
ci sono altre discipline o per meglio dire altri impianti sportivi? (oltre il campo che sembra un campo rom) o il palazzetto a gestione familiare?

Benedetto ha detto...

Già. L'esonero di Donadoni sa molto di "Cronaca di una morte annunciata", passami il riferimento letterario. Però, ci sono modi e modi per esonerare un allenatore nel quale- questa é l'impressione che é stata data- nessuno ha mai creduto. Allora perché esporlo a questa situazione? Inattaccabile dal punto di vista umano l'ex ct. E' ovvio che sia amareggiato. Sulla questione altri sport a Spadafora, credo (per quanto ne so io, cioé poco) che sia attiva una scuola di mini basket, ma alcuni ragazzi più grandi appassionati di questo sport "emigrano" a S. Filippo del Mela, dove la pallacanestro é tradizione. Il punto é che (anche se posso sembrare in conflitto d'interesse) sarebbe opportuno far crescere il minibasket (se esiste). Ciò é possibile magari prendendo accordi con società che- come la nostra (Barcellona)- puntino sul settore giovanile, con una prima squadra in B1 tra l'altro. E poi, non dimentichiamo Capo d'Orlando in A1. Insomma, qualcosa si può fare perché in provincia il movimento cestistico sta dando segnali rilevanti. Bisogna sempre imparare da chi é più avanti per crescere. In tutto questo discorso serve il PalaSPort, ovviamente. Anche qui si può migliorare tantissimo la struttura che, tempo fa, ha ospitato un torneo di biliardo internazionale (bello davvero, peccato che qualcuno tra gli spettatori non ha recepito che il silenzio fa parte della cultura delle 4 sponde). Ma a Spadafora non ci sono anche dei campi da tennis? E una volta avevamo anche le squadre di tennistavolo (ping pong, se preferite) e pallovolo. Considerando anche il twirling, insomma... qualcosa si può fare. Che dite?

spadafora live ha detto...

come al solito hai ragione benedetto, il basket potrebbe essere un'alternativa ma va aiutato e qui con gli attuali amministratori non si riesce ad aiutare nessuno!!!!!!!
i campi da tennis dolente tasto al quale prima o dopo dovro decidere di dedicare un piccolo post, costruiti, utilizzati per pochi anni e poi abbandonati
PERCHE???????

benedetto ha detto...

Vedo che cogli al volo gli input... :-)

spadafora live ha detto...

si al volo.........pratico il tiro al piattello anche se come piattelli userei chi dico io....:-)

Anonimo ha detto...

OLTRE AL MINIBASKET CHE CONTA IN CIRCA 100 BAMBINI
IL 70% DI SPADAFORA SI FANNO ANCHE I CAMPIONATI GIVANILI CHE PORTERANO AD UN CAMPIONATO SENIOR NEL TEMPO IN MODO DI AVERE DELLE BASI SOLIDE PER DURARE NEL TEMPO, INOLTRE L'ACCORDI CON SOCIETA GROSSE SONO STATI FATTI MA PER LE NOTE VICENDE CHE SONO SUCCESE ALL'ORLANDINA SONO STATE RIMANDATE AL PROSSIMO ANNO.