sabato 15 novembre 2008

nulla e' cambiato.

l’11 di ottobre su un mio post dicevo

“”E’ iniziata.

La corsa elettorale per la scelta del nuovo sindaco Spadaforese, e’ iniziata””

Cosa e’ cambiato ad un mese di distanza?

Secondo me nulla, le posizioni dei candidati a primo cittadino,non hanno subito rivalutazioni di sorta, ognuno di essi e’ ancorato ai suoi saldi principi “personali” che gli fanno pensare di essere il miglior futuro primo cittadino. Nessun nuovo gruppo si e’ affacciato alle virtuali finestre e nessuna aria nuova (se non quella del temporale), spira su spadafora. Si profila una corsa a tre, con due pezzi dell’attuale minoranza-maggiornaza, divisa a cercare di contendersi il maggior numero di spadaforesi, l’attuale giunta invece si compatta in attesa del giudizio da parte degli spadaforesi su ciò che e’ successo in questi cinque anni di amministrazione.

Ho avuto un cordiale e franco scambio di post pubblici, sul sito rimata.it, con il probabile futuro candidato sindaco di rometta, siamo giunti all’accordo virtuali che, ahi noi,, nulla di nuovo, purtroppo, c’e’ all’orizzonte. Le persone sono sempre gli stessi i gruppi “politici” anche, i programmi politici pure.

Nessuna aria di innovazione, nessun candidato sindaco capace di proporre un segnale di discontinuità con il passato, nessun gruppo, che si rifaccia a vecchie o nuove persone non ha importanza, che voglia portare una ventata di innovazione e novità nella politica paesana.

Mi sembra di assistere ad una guerra di trincea, la vittoria e’ demandata a colui che riesce a convincere piu soldati a stare in trincea, ma nessuno ha il coraggio di sperimentare armi nuove che possano ribaltare le sorti della guerra improvvisamente.

Un po di coraggio candidadi, avrete un paese da governare e di certo non riuscirete a far bene se vi limitate alle riunioni stile servizi segreti, scendete tra la gente e confrontatevi con la folla, non fate tanti “re soli” in attesa del vostro castelletto da occupare.

Il cielo e’ plumbeo sopra di noi e finanche , credo all’interno dei palazzi politici spadaforesi.
spadafora live

26 commenti:

uomini validi ha detto...

ancora è presto, i nomi che si potrebbero fare ora possono bruciarsi, e quindi ognuno si chiude in trincea, gli assessori in carica cercano di sfruttare fino all'ultimo mese per accaparrarsi i soldi del mandato e quindi vanno avanti separati in casa, i papabili signori candidati aspettano le due, tre persone che si muovono e ci sono pure le "iene" che sono scontenti, che vanno da un lato all'altro per proporsi e distabilizzare così quello che dovrebbe essere certo. Sicuramente ci si muoverà dopo le feste natalizie. I cittadini possono aspettare, come hanno aspettato fino ad oggi..........

stefano squadirto ha detto...

appello a tutti gli internauti, giovedì 27 p.v. alle ore 19.30 si riunisce il consiglio comunale. Chi ha voglia di cambiare segua il consiglio, fa piacere vedere gente nuova e non i soliti volti, forse, così noi poveri yes-man ci sentiremo più spronati a parlare ed esporre le nostre idee. certo che l'entusismo sul blog si è spento presto nessun commento dobbiamo proprio aspettare gennaio per scendere in campo?? no, lo ripeto, le riunioni sono cosa quasi quotidiana. Vi aspetto numerosi in consiglio fatevi vedere.

Anonimo ha detto...

Salve, Ho visto che all'ordine del giorno del consiglio,oltre variazini di bilanci e Assegnazione dei campi da tennis alla parocchia (finalmente c'è qualcuno che li gestisce e che rimette in funzione a costo zero ),c'è anche una nota del nostro caro Presidente del consiglio..Ci spiegate di cosa si tratta?
Vi ringrazio in anticipo.
Saluti da un giovane Spadaforese

stefano squadrito ha detto...

non mi sembra di aver letto nelle carte della delibera che l'affidamento sia stato dato alla parrocchia, dovrebbe essere solo la modifica del regolamento.
Incredibile che un giovane spadaforese sappia chi ha già vinto la gara che non è stata ancora fatta??????? Mi devo preoccupare??????
Costo zero sempre se non si richiederanno contributi negli anni avvenire, il costo per rimettere in funzione i campi da tennis è di circa 120000€ e ci sono dei vincoli ben precisi nel regolamento
Vieni al Consiglio comunale il nostro presendente con ci delude mai quando porta le sue note la discussione sarà sicuramente ampia. Vi aspetto numerosi

Anonimo ha detto...

io so che è stata fatta richiesta dalla parocchia e che il "suo sindaco" ha GARANTITO l'affidamento a padre Sottile e il parroco ha garantito che lo rimette in funzione a spese sue!!!
Notizie da fonti Ufficiali!!
Saluti da un giovane Spadaforese

Anonimo ha detto...

mi sono informato meglio e al terzo punto dell'ordine del giorno c'è scritto (testuali parole):
3- Affidamento in concessione a terzi dei Campi da Tennis.
Che sia scritto in italiano non ci sono dubbi, quindi penso che sia giusta la mia "interpretazione"
Saluti da un giovane Spadaforese

uomini validi ha detto...

certo che i consiglieri dell'amministrazione Giaimis ne sanno meno dei cittadini, questo è l'attaccamento alle problematiche cittadine, complimenti. quindi come ho capito Squadrito deve andare solo a sedersi e dire si, in quanto l'affidamento sarà dato alla parrocchia. capito!

Anonimo ha detto...

ma qual'è il problema a chi viene affidato o no i campi di tennis...?forse il vero problema che un altro annoso disastro viene risolto dall'amministrazione giaimis...forse per qualche anonimo il vero problema è questo....!!
rassegnatevi...molte inconpiute storiche saranno completate prima della fine del mandato.....pazienza ci vuole!!!!

Anonimo ha detto...

Lo capite che siamo già in campagna elettorale???Non perdete tempo x andare al Consiglio...
Ormai è quasi finita.... tutti a casa....è dura scollarsi dalla sedia....dopo tanti anni....
F.G.

Anonimo ha detto...

Caro Aninimo,non c'è nessun problema che vengano dati in gestione i campetti, anzi era ginta l'ora....ma il problema sta nel fatto che i meriti vengono dati all'amministrazione Giaimis, quando il sindaco si è sempre opposto nell'affidamento dei campetti al parroco, ora: forse l'aria delle elezioni,o perchè non è stato in grado di risolvere questo problema, o la mano di DIO gli ha aperto gli orizzonti della mente, "è stato costretto" a toglierseli dalle scatole cercando di affidarli alla parocchia.
Cmq erano diversi anni che Padre Giovanni chiedeva l'affidamento!!
Caro consigliere Squadrito, legga bene almeno l'ordine del giorno!!
Non diamo meriti a chi non ne ha!
Saluti da un giovane Spadaforese

spadafora live ha detto...

credo che chiaramente e' un bene aver dato in concessioe i campi da tennis indviduando la parrocchia come ente gesto.....il problema invece e' un'altro
perche non e' stato fatto 4 anni e mezzo fa?
non voleva padre sottile o non voleva l'amministrazione.....???
spadafora live

Anonimo ha detto...

caro anonimo....ti vedo molto furioso!a questa amministrazione devono essere dati i meriti di aver predisposto tutti gli atti per indire il bando dei campi da tennis....poi ti vedo molto addentrato...forse sei un amministratore o vorresti esserlo!pazienza ci vuole...se sei così seccato ora allora quando verrano consegnate tutte le incompiute e le altre iniziative finanziate.....??!!!pazienza fai un forte respiro....

Anonimo ha detto...

non sò se il suo commento è riferito a me, se si,non sono affatto furioso, dico solo quello che penso con estrema tranquillità...cmq chi ama il suo paese è contento che le incompiute vengano terminate e che i finanziamenti arrivino ma questo non fa parte di questa amministrazione!
Mi dica un pò.....ma quali finanziamenti ci ha fatto arrivare il sindaco?Ci dica?e poi quale bando per i campi da tennis?
concludo col dire che anche io ho votato questo sindaco, ma nella vita le persone inteliggenti ammetto i propri sbagli e cambiano opinione!
Saluti da un giovane Spadaforese

Anonimo ha detto...

...si parlo proprio con lei....e da come parla penso proprio che nn ha votato giaimis,per il resto come incompiute o alcune inutilizzate credo che sono tutte davanti agli occhi(casa comunale,caserma,palazzetto,prg)e altre saranno pronte prima delle elezioni...purtroppo forse dovrei dire per lei,come( ex mercato coperto,lungomare,casa anziani,piazzetta arcipretato,ristrutturazione asilo nido,campi tennis....continuo???!!)a proprosito le amministrazioni precedenti che cosa avevano fatto al riguardo....potevano realizzarle anche loro??!!certo probabilmente da fastidio che siano state realizzate o quasi completate prima delle elezioni......respira forte,pazienza ci vuole....tanta!

Anonimo ha detto...

mi sà che lei vuole dare fumo negli okki a tutti ma chi è partecipe alla vita amministrativa sà come sono realmente le cose!Cmq le ripeto che ciò mi può fare solo piacere xkè ci tengo al mio paese e concludo nel dire che forse lei è un pò furioso riguardo il mandato pessimo che ha fatto il sindaco Giaimis e con questo chiudo questa polemica sterile!!
Un saluto da un giovane Spadaforese

Anonimo ha detto...

....caro anonimo ,pensavo che ribatteva punto su punto(su incompiute e irrealizzate),ma capisco che davanti alla realtà,e meglio nn intervenire.....pazienza tanta!

Anonimo ha detto...

"se" è vero quello che dice,cioè che tutti i meriti sono dell'amministrazione Giaimis,in caso di una ricandidatura, ottenerebbe di nuovo il mandato?
Risponda.
Cmq pazienza Spadafora ne ha avuta + di 14 anni e meno male che è finita questa vecchia compaggine.....

Anonimo ha detto...

....con i possibili candidati che ci sono in giro,penso proprio di si,cmq credo che in ultima analisi la compagine abbia un altro candidato vincente.....a buon intenditor poche parole.risponda.

Anonimo ha detto...

Credo che l' unica pecca dell' amministrazione Giaimis sia il poco relazionare con la popolazione,dovrebbero periodicamente pubblicare degli avvisi dove far partecipe la popolazione di ciò che accade in ambito amministrativo,di cosa si sta e si vuole realizzare!questo darebbe più luce al loro lavoro finora compiuto,perchè non tutti hanno il tempo per partecipare ai consigli...le chiacchere di critica sono solo rabbia di chi ha pensato per tanto tempo a stare comodamente seduto li nel palazzo senza far nulla convinto dei sudditi voti che lo cullavano....a tal proposito gli dedico questa poesia:

si sta come d' autunno
sugli alberi le foglie.

memendo audere sempre!

Anonimo ha detto...

Torno a ripetere un mio post precedente:
il territorio di Spadafora è compreso tra il torrente Cocuzzaro ed il torrente Boncoddo.
Questo per rimembrare che lo stato attuale dei fatti è che ci sono tre comuni in uno:
- Centro (zona dove soltanto quì pare si paghino le tasse comunali)
- San Martino (vedi sotto)
- Arcipretato (zona in cui è più facile vedere un asino che vola anzichè opere e strumenti urbanistici utili alla collettività Spadaforese)
Dunque chi prossimamente siederà a primo cittadino farà bene a vedere il nostro bel paese come una unica entità perchè in giro serpeggia parecchio malcontento.

Anonimo ha detto...

non e'colpa certo del sindaco se l'arcipretato e' trattata male.
gli amministratori di quella zona dove sono?
f.t.

Anonimo ha detto...

Aprite bene le orecchie: Giaimis non si candida perchè sa che non può e poi la coalizione non lo sosterrebbe più.
La partita è Pappalardo Vs Candidato gruppo AN. Lo volete capire o no !!!
Basta con queste chiacchere sterili....
F.G.

Anonimo ha detto...

...e chi vince secondo voi?fanno testo tutte le altre elezioni precededenti....?aiutatemi a capire

Adduso ha detto...

OT

A spadafora live

segnalo questo

http://www.cuntrastamu.org/wordpress/?p=534

Anonimo ha detto...

UN NOME SU TUTTI CHE SPACCA BRIUGLIA E VINCE ALLA GRANDE L'UNICO CHE POTRA' FARE IL SINDACO POI E' MEGLIO FARE IL SINDACO CHE IL CONSIGLIERE PROVINCIALE A TIMBRARE IL TESSERINO E BASTA DA SINDACO POTRA' DARE TANTO AL SUO TERRITORIO E LA PROSSIMA VOLTA CANDIDARSI ALLE REGIONALI DA SINDACO DEL SUO PAESE E PRENDERE ALMENO DUEMILA VOTI SOLO A SPADAFORA COSI' AVREMO UN ONOREVOLE SINDACO

Anonimo ha detto...

Rispondo all'anonimo che dice che non è colpa del sindaco se l'arcipretato è trattato male.
Spadafora non è diviso in quartieri come Messina quindi chi siede in amministrazione ha l'obbligo di valutare il territorio e le necessità della popolazione residente nella sua interezza.