martedì 9 ottobre 2007

tanti perche.....nessuna risposta

anche oggi a parlare di politica nazionale, ho l’impressione che il cittadino non ce la faccia più, la conoscenza di ciò che spende chi ci dovrebbe amministrare, fa venire il voltastomaco anche ai più politicizzati.

L’informazione o almeno una parte di informazione non fa altro che ingigantire la cosa, facendoci conoscere GIORNALMENTE sprechi allucinanti, non basta a volte l’immaginazione, anche la piu fervida per capire come se ne vanno i nostri soldi, quei soldi che potrebbero contribuire ad innalzare le pensioni, quei soldi che potrebbero contribuire a farci avere più sicurezza o una sanità migliore.

E’ difficile persino mettere in ordine le notizie che si rincorrono con una velocità disarmante, solo oggi ho sentito dire e verificato grazie ai mezzi d’informazione

  • Siamo il paese con più macchine blu al mondo, solamente 574.000 per un costo annuo, stimato dalle associazioni contribuenti, di 18 miliardi di €
  • Siamo il paese delle consulenze, i nostri governanti hanno bisogno di consulenti per tutto il loro numero si avvicina a 300.000 all’anno, totale quasi due miliardi di €
  • Siamo il paese con il più alto costo della politica pro capite per cittadino, quando per costo della politica si intende il pagamento di tutti quegli enti inutili, e che servono solamente come rifugio per i candidati trombati.
  • Siamo il paese europeo con la pressione fiscale pùu alta, questo governo la ridotta dal 43,1 al 43%

Come si fa ad andare avanti, come si fa a non capire che stiamo andando allo sfascio del sistema, come non ci si rende conto, o almeno non si rendono conto che cosi facendo faremo un botto allucinante.

Possibile che a livello nazionale nessuno pensa a 5 semplici domande:

perche non mandiamo in taxi i potenti?
perche non chiudiamo le comunita montane?
perche non accorpiamo i comuni?
perche non eliminiamo le province?
perche non leviamo le consulenze?
perche non tagliamo il csd. sottogoverno?

Quanto potremmo risparmiare facendo queste piccolissime rinunce (per noi cittadini), ma importantissime per chi ci governa.

Perche mai nessuno della dirigenza politica ci ha mai pensato, non credo che debbano venire dei signor “nessuni” per mettere in atto un opera di risanamento partendo da qui.

1 commento:

mircomirco ha detto...

Premesso che un poltico, qualsiasi politico, come arriva al potere si pone subito una domanda: come posso restarci?
Sì sa, se un poltico non risolve i problemi sociali, sicuramente risolve i suoi...

Premesso questo, dietro molte spese "inutili" ci sono posti di lavoro, quindi stpendi e famiglie...
Gli sprechi sono una cosa
L'esubero di personale è un ammortizzatore sociale...
E nessun poltico può permettersi di licenziare i 2 o 3 mila dipendenti pubblici in esubero...
Non l'ho fatto neanche Berlusconi...

Non so cosa ho scritto, quando lo faccio seriamente non so mai che cavolo scrivo"