martedì 27 novembre 2007

del quanto contano poco le alleanze………..

lo sapevamo gia, ma caso mai ce ne fosse stato bisogno il teatrino che sta avvenendo in questi giorni ci rinfresca la memoria.

La nascita del Partito del Popolo, (o di come si chiamerà), ha mandato in fumo un’alleanza che alla prova dei fatti (la scorsa legislatura), sembrava indissolubile.

La mossa del Cavaliere ha mandato in frantumi in un sol colpo, tutto lo schieramento di cdx, aprendo scenari che fino a qualche settimana fa, sembravano improponibili.

Fini dialoga con Veltroni, che a sua volta dialoga con Berlusconi, Berlusconi non parla, se non attraverso i giornali, con Casini e Fini, Bossi si tiene alla finestra a guardare, Prodi da il massimo appoggio a Veltroni, Bertinotti auspica, Napoletano monitora.

Tutto sembra ruotare attorno all’uomo ombra, Veltroni, lui getta ponti, dice tutto il contrario di tutto, dialoga con tutti e tira le somme, consulta neanche fosse il Presidente della Repubblica, parla di sistema spagnolo, tedesco, inglese.

L’asse portante della casa delle libertà, si e’ sfaldata sotto il peso di un’alleanza che era tirata da tutti, Fini voleva dialogare sulle riforme istituzionali, ma allo stesso tempo era frenato dal cavaliere, quando il cavaliere lo licenzia parte all’attacco, ma adesso lo stesso cavaliere dialoga e allora AN si ritrova in seconda linea a parlare di cose che forse non conteranno nulla.

E l’italiano?

L’italiano non arriva a fine del mese, l’italiano si spaventa di uscire la notte, l’italiano pensa all’ICI e all’ATO da pagare, l’Italiano pensa che del sistema anglo-franco-ispanico, non gli ne frega nulla.

Sono loro i politici, sono loro che ci hanno portato in questo vicolo cieco e sono loro che non sanno come uscirne………siamo invece noi, purtroppo, a non arrivare a fine mese.

1 commento:

Masaghepensu ha detto...

Tutta una "farsa"!!