martedì 22 gennaio 2008

l'italia di prodi

gli italiani sono appesi ad un filo, un sottile invisibile, filo, quello che lega P(M)astella a Prodi.

Il filo che annoda il peggior esecutivo della storia, ad un paese ormai allo sfascio.

Gli Italiani attendono, che cosa? La caduta di questo governa e la susseguente tornata elettorale, daranno al 90% il paese al centro destra, consegnando loro un paese deluso e che si trova a rincorrere persino la Slovenia.

Molti dicono che sarà la peggior cosa che ci possa accadere, molti la vedono in maniera diametralmente opposta, io faccio parte di quest’ultima corrente di pensiero, il Sig. Prodi ha ripercorso TUTTI gli errori del Sig. Berlusconi (dalle leggi ad personam, alla limitazione dell’informazione, dall’aumento delle tasse alla diminuzione della sicurezza), amplificandoli se possibile, e’ stato il governo dell’indulto, e’ stato il governo della “mondezza”, e’ stato il governo che non ha saputo decidere (come dimenticare dal molin?), e’ stato il governo che ha visto trasferimenti bulgari(de magistris), quello che ha avuto in 18 mesi le rivolte più eclatanti (camionisti, farmacisti, tassisti), quello ha ficcato l’Italia in un baratro in cui sarà difficile uscire nei prossimi anni, il governo che non ha saputo gestire l’emergenza criminalità (italiana e straniera), quello che ha sbagliato i più elementari decreti legge (pacchetto sicurezza), e’ stato il governo di un premier inquisito e di un ministro della giustizia (insieme alla sua famiglia) inquisito, quello che ha fatto una campagna elettorale promettendo una legge sul conflitto d’interesse e sulle elezioni ma che non ha fatto nulla di tutto questo..

Voglio fermarmi qui

Speriamo che domani questo filo si spezzi, e prodi vada a casa, non che il futuro sia roseo ma almeno …proviamoci/provateci.

Domenico Romano

Pubblico, al solito, con piacere

Spadafora live

1 commento:

gianfranco da catanzaro ha detto...

Carissimo Spadafora live,
ho avuto l'onore di registrare una tua visita sul mio blog e ricambio con grande stima. Ho inserito il tuo indirizzo in un elenco di indirizzi blog amici così da sviluppare una buona rete di contatti.

Ora...beh...che dire...la disamina sul paese è quantomai puntuale. Ho seguito le dichiarazioni di voto e il voto della Camera...il risultato era scontato. Vedremo domani cosa succederà in senato. La speranza è sempre la stessa: Mandarli a casa!

Col vento in poppa: avanti destra!